Loading...

Storia

UNA BOTTEGA IN PIAZZA VITTORIA SULL’ELEGANTE RIVIERA DI CHIAIA DI NAPOLI
Home / Storia

Storia

Napoli, Via Riviera di Chiaia, 1914
Una piccola bottega di 20 metri quadrati, un grazioso salotto di élite dove trovare autentici tesori di raffinatezza e di gusto,  si affaccia per la prima volta sul lungomare più affascinante d’Italia, luogo di passeggio dell’alta società partenopea dell’epoca.

Eugenio Marinella, che aveva fortemente voluto quel piccolo angolo di Inghilterra nel cuore di Napoli, non poteva saperlo ma aveva appena scritto l’inizio di una delle più gloriose storie della grande sartoria napoletana.

La filosofia Marinella, tramandandosi di padre in figlio, ha percorso più di 100 anni di storia seguendo e adattandosi ai cambiamenti della moda pur mantenendo sempre esclusività ed eleganza originari.

Da sempre le cravatte vengono realizzate, rigorosamente a mano, nel laboratorio napoletano ubicato sulla Riviera di Chiaia a pochi passi dal negozio. Le sarte ogni giorno realizzano 150 cravatte seguendo specifici passaggi di lavorazione.

Le pregiate sete, sin dalla fondazione, sono stampate in Inghilterra in esclusiva per E. Marinella.

Oggi l’azienda, capeggiata da Maurizio Marinella e suo figlio Alessandro, vanta di punti vendita diretti a Roma,  Milano, Londra , Tokyo, Hong Kong e corner shop presso alcuni dei più importanti departement stores del mondo: Bergdorf Goodman a New York, Santa Eulalia a Barcellona, le Bon Marché Rive Gauche a Parigi.

A Napoli il piccolo negozio rimane ancora oggi esattamente come era all’epoca: i mobili antichi, l’armadio che diventa camerino, il bagno nascosto dietro un espositore, le vetrine tonde, tutto realizzato e incastrato in maniera congeniale da rendere quei 20mq un museo dove poter vivere un’esperienza d’acquisto esclusiva. Aperto tutte le mattine alle 6:30, accoglie appassionati di cravatte e  turisti che arrivano da ogni parte del mondo. Sfogliatelle e caffè caldi allietano le inevitabili attese soprattutto nei periodi natalizi.

Le sete inglesi, la passione per lo stile, la scrupolosa attenzione alla qualità delle materie prime, la maestria delle sapienti mani delle sarte napoletane, la disponibilità e il calore umano trasmesso  rappresentano , allora come oggi, il segreto del brand partenopeo che ha fatto delle sue cravatte un simbolo di eleganza nel mondo.